E’ arrivata la neve… atto secondo.

Vista l’abbondante nevicata di ieri, ho pensato di riproporre attraverso facebook, twitter e forum vari, il mio articoletto riguardante i problemi che la neve può causare ai cani con pelo lungo. Molti a fine giornata e ahimè, a fine passeggiata si sono rammaricati dello stato dei loro cani e di non aver visto prima il consiglio dato di ungere leggermente il pelo dei cani. Ergo si sono trovati con i cani tutti adornati di pallette di neve,più o meno grosse e più o meno congelate incrostate sul pelo dei loro beniamini.

Foto by Silvia Canide

Che fare in un caso simile? La soluzione in assoluto più rapida è l’acqua tiepida; scioglie all’istante i conglomerati di neve e non disturba la pelle raffreddata del cane. Sconsiglio l’acqua a temperatura “bagno” perchè il cane la percepirebbe come bollente e, oltre a non far bene all’animale, vi trovereste in seria difficoltà a doverlo tener fermo.

Quindi acqua tiepida e quando tutta la neve si è sciolta posso approfittarne per un bagno completo, alzando lentamente la temperatura del bagnetto; ormai siete a metà dell’opera.

Che sapone usare? Di sicuro nessuno shampo di formulazione umana! Il pH dei nostri amici a quattro zampe è differente dal nostro e i prodotti formulati per uso umano sarebebro troppo aggressivi. Il rimedio della nonna dice “acqua e aceto” ma purtroppo questa volta la nonna ha preso un granchio, perchè avremmo lo stesso risultato aggressivo dei prodotti che usiamo per noi. Molto meglio un sapone senza profumazione di tipo artigianale. Ad esempio, ora si trova facilmente (anche al supermercato), il sapone di aleppo; molto valido sia per la nostra igene che per quella del pelo del nostro amico a quattro zampe. Se anche il sapone di aleppo fosse introvabile un sapone di marsiglia (ma quello vero) non dovrebbe darvi problemi. Riguardo alle linee specifiche per animali, non ne uso e non saprei quali consigliare o sconsigliare; oltre al fatto che parto dal presupposto che un cane debba essere lavato il meno possibile, quindi farvi spendere un sacco di soldi per un prodotto che potrebbe deteriorarsi prima del suo consumo, non mi sembra interessante.

Un bagno in pieno inverno è sempre fattibile, a patto di asciugare per bene il pelo e il sottopelo del cane; se siete frettolosi tenetelo in casa con voi, magari davanti alla tv con camino acceso; che altro chiedere ad un pomeriggio invernale rallegrato dalla neve?

Buona passeggiate a tutti e viva i cani abituati sin da cuccioli ai bagnetti… ma questa è un’altra storia.

E’ arrivata la neve!

La neve è sempre bella anche se a volte crea molti disagi, viabilità difficoltosa, marciapiedi inesistenti, lastre di ghiaccio ovunque. Anche i nostri amici a quattro zampe possono avere qualche problemino, soprattutto se hanno un pelo lungo a cui la neve si incolla.

Non è solo una questione estetica, ma anche di benessere del cane e praticità nella sua gestione: un cane con tutta quella neve addosso non può stare al caldo nemmeno se la cuccia è riscaldata; dovrà prima aspettare che si sciolga tutta la neve, restando poi bagnato per molte ore. Cercare di togliere i grumi di neve con un panno, un pettine o un phon richiede molto tempo e pazienza, sia da parte del cane che della persona.

In questi casi ungere il pelo del cane aiuta.

Personalmente non uso prodotti di tipo sintetico perchè non amo spalmarmi del petrolio addosso, uno fra tutti il famigerato olio Baby Johnson; preferisco invece usare olii di tipo naturale ad esempio olio di mandorle dolci (buon rapporto qualità prezzo). Nel caso non ne aveste in casa non importa, l’olio di semi che si usa in cucina va benissimo, è leggero e non impiastra il pelo del cane.

Prima di uscire in passeggiata con il vostro compagno ungetevi il palmo delle mani con un cucchiaino di olio e massaggiate le zampe del cane e il sotto pancia con le mani unte: questo eviterà l’accumulo della neve risparmiando a voi e al vostro cane un sacco di fastidi!

Godetevi la neve!

Nota: hai letto questo articolo a passeggiata conclusa e il tuo cane sta goggiolando sullo zerbino di casa, mentre tu disperato non sai come fare? Leggi qui