Parlano di noi

p1100144

Non sono scomparsa nelle acque del lago! Semplicemente ogni volta che mi siedo al pc per scrivere due righe riguardo alla traversata, resto senza parole. Chi mi conosce, sa quanto questo sia raro! Le emozioni sono state diverse da quelle dello scorso anno, ma intensissime, tanto più che non ho ancora metabolizzato il tutto.
Il giorno prima della traversata si è alzato un vento molto forte che mi ha fatto seriamente temere nell’annullamento della traversata, per chi come me fa tanto lavoro di preparazione per un singolo evento… insomma può diventare un problema!

 

Ma la fortuna ci ha sorriso e domenica mattina le condizioni del lago erano perfette, qualche onda, ma nulla che non si potesse affrontare. Questi sono i servizi del tg3 e di VCO azzurra tv. Subito sotto allego le gallery pubblicate domenica stessa dal sito di informazione www.varesenews.it e dall’efficientissimo Emanuele Sandon di “Arona nel web”

 

Per ora non riesco a scrivere altro, se non grazie a tutti quelli che nuovamente ci hanno incoraggiato, ai nuotatori che ci hanno accompagnato per simpatia, adattandosi a ritmi di nuotata quanto meno inconsueti.  Grazie agli organizzatori, che non solo ci hanno permesso l’iscrizione all’evento, ma ci hanno sostenuto con la loro simpatia di fronte alle interviste dei media; grazie ai soccorritori che con la loro presenza sono riusciti a garantire una buona giornata a tutti, nessuno escluso!

Articolo varese news

Filmato varese news

Gallery varese news

Gallery2 varese news

Gallery E. Sandon di Arona nel web

Domani si nuota!

Anche quest’anno io e Mayo parteciperemo alla traversata del lago Maggiore.  L’appuntamento è per domani 28 agosto dalle rive di Angera a quelle di Arona, la distanza è di 1200m e ha richiesto un allenamento molto serio da parte nostra. Il lavoro che ho fatto con Mayo oltre ad essere muscolare è stato di preparazione tecnica.

I cani, anche quelli che adorano l’acqua, hanno la naturale tendenza a nuotare facendo la spola tra la riva e il largo, allontanandosi di pochi metri dalle sponde. Insegnarle a nuotare in parallelo con la riva è stato il primo passo, il controllo dello sforzo e la condotta sono venute di conseguenza. Per evitare il caos della partenza, sono previsti circa 800 iscritti, partiremo per ultime da Angera e contiamo di terminare la traversata  in circa trenta minuti. Lo scorso anno ci siamo dovute fermare circa tre volte lungo il percorso per aumentare o mantenere le distanze dagli altri concorrenti, vedremo se quest’anno Mayo sarà in grado di resistere alla tentazione di avvicinarsi agli altri.

Incrociamo le dita per il tempo e sistemiamo le ultime cose!

Ci aggiorniamo lunedì!!